L’università di Bologna fa sentire la propria presenza non solo alla comunità universitaria ma anche a tutti i cittadini con nuovi appuntamenti culturali e sportivi da condividere da casa.

#UniboSera, dal lunedì al venerdì, alle ore 21, offrirà l’opportunità di seguire e condividere riflessioni nate all’interno dell’Ateneo. Saranno brevi interventi, dialoghi, dibattiti per far arrivare la presenza dell’Alma Mater a un pubblico vasto, in un momento in cui le istituzioni avvertono, forte, la necessità di tener alta l’attenzione e di creare una rete di interessi per far fronte a un evento storico tanto inaspettato quanto preoccupante.

“Siamo qui, sempre attenti, pronti a diffondere le nostre conoscenze, a intervenire, a far sentire tutte le voci di una grande comunità di ricerca e di studio. Questo possiamo fare, questo faremo con l’impegno di sempre”. Così afferma il Rettore Francesco Ubertini che con queste parole dà il via alle iniziative culturali serali, intitolate #UniboSera, pubblicate nelle pagine Facebook, Instagram (IGTV) e YouTube dell’Alma Mater.

E assieme al valore della cultura e della riflessione, l’Università di Bologna non dimentica l’importanza dell’attività fisica, da continuare a coltivare soprattutto in un periodo in cui il tempo viene trascorso all’interno delle mura domestiche. Per questo grazie alla collaborazione del CUSB – Centro Universitario Sportivo Bologna, sui canali social dell’Ateneo saranno pubblicati dei brevi video di allenamento: 15 minuti in compagnia di un istruttore CUSB per cominciare la giornata con un po’ di esercizio.
I video saranno pubblicati ogni mattina alle 8,30, dal lunedì al venerdì, sulle pagine social dell’Ateneo: Instagram (IGTV), Facebook e YouTube. Pilates, Hatha Yoga, Total Body Workout, GAG, Interval Training, Risveglio Muscolare: le lezioni spazieranno tra diverse discipline per garantire un’offerta il più possibile completa e offrire a tutti la possibilità di seguire l’allenamento preferito. Sempre guidati dalla voce, dai movimenti e dai consigli dei Master Trainer del CUSB.

Inoltre, il Sistema Museale di Ateneo – SMA, aderendo alla rassegna della Regione Emilia-Romagna #laculturanonsiferma, attiverà una serie di rubriche nella propria pagina Facebook con video sulla storia e riflessioni relative al tempo presente che si sta vivendo, sulle diverse professionalità che lavorano all’interno di SMA, sui personaggi e i tesori dal passato. Una rubrica sarà dedicata anche all’Orto botanico, per scoprire attraverso foto e video le fioriture di marzo, mentre attraverso alcuni video sarà possibile seguire semplici attività didattiche, facilmente replicabili a casa insieme ai più piccoli.

Una replica a “Alma Mater non si ferma, crea nuove iniziative in via telematica per tutti i cittadini”

  1. […] Proposte dell’Università di Bologna– Rassegna online, «Parole per noi». Da domenica 29 marzo, ogni giorno alle 12 sui social dell’Università di Bologna, Facebook, Instagram, Youtube, per ascoltare, attraverso grandi artisti del cinema e del teatro, le voci pensatori e poeti classici che parlano al nostro presente.L’iniziativa, ideata dal Centro Studi “La permanenza del Classico, diretto da Ivano Dionigi, e coordinata dallo stesso Dionigi e da Federico Condello, vede il coinvolgimento di artisti come Marco Baliani, Sonia Bergamasco, Anna Bonaiuto, Elena Bucci, Monica Guerritore, Sandro Lombardi, Laura Marinoni, Ermanna Montanari, Umberto Orsini, Massimo Popolizio, Elisabetta Pozzi, Stefano Randisi, Giulio Scarpati, Toni Servillo, Marco Sgrosso, Enzo Vetrano.Il calendario delle letture sarà inaugurato da Toni Servillo domenica 29 marzo.– #UniboSera, pubblicate nelle pagine Facebook, Instagram (IGTV) e YouTube dell’Alma Mater, dal lunedì al venerdì, alle ore 21, offre l’opportunità di seguire e condividere riflessioni nate all’interno dell’Ateneo. Saranno brevi interventi, dialoghi, dibattiti per far arrivare la presenza dell’Alma Mater a un pubblico vasto, in un momento in cui le istituzioni avvertono, forte, la necessità di tener alta l’attenzione e di creare una rete di interessi per far fronte a un evento storico tanto inaspettato quanto preoccupante.– Numerose altre attività proposte dall’ateneo è possibile vederle al seguente link >> […]

Lascia un commento