E’ vitale che la strage di Bologna venga ricordata dalle future generazioni ma soprattutto conosciuta in tutte le sue sfaccettature. È considerato uno dei più gravi attentati verificatisi negli anni di piombo. Sabato 2 agosto 1980, alle 10:25, persero la vita 85 persone e almeno 200 rimasero ferite. Nonostante indagini, con sgomento della popolazione, furono individuati soltanto gli esecutori dell’attentato, i mandanti restano tutt’ora sconosciuti. Emerse però, dagli interrogatori, una grande macchinazione che depistò le indagini sulla strage a opera di forze dell’apparato statale. La fiducia dei cittadini rimase per sempre intaccata dal tradimento delle aspettative nella giustizia. La memoria delle vittime e il dolore delle loro famiglie venne oltraggiato irrimediabilmente.

“Bologna non dimentica!” è il titolo del progetto, ideato per il 2020 dall’associazione Tomax Teatro dietro proposta dello Spi-CGIL Emilia-Romagna, dedicato al quarantesimo anniversario della strage di Bologna. L’intenzione è quella di coinvolgere i più giovani e a tal proposito i professori concederanno parte delle lezioni ai ragazzi dei licei Laura Bassi e Alessandro Manzoni al fine di creare uno spettacolo completamente scritto e ideato da loro. Un percorso multidisciplinare che utilizza l’arte per preservare la memoria perché la scuola non ha il solo compito di offrire istruzione bensì di formare individui completi anche a livello umano. Per giovedì 6 febbraio è previsto il primo incontro che darà il via a questo importante progetto. Nelle aule magne dei due istituti i ragazzi avranno la possibilità di comprendere l’accaduto da un punto di vista storico-culturale, grazie alla presenza del giudice Libero Mancuso e dello storico e giornalista Gianni Flamini, e da un punto di vista emotivo con l’aiuto di alcune testimonianze di chi la strage l’ha vissuta in prima persona. Seguiranno 24 incontri in cui i giovani potranno fare ricerche più approfondite in merito all’argomento e quindi produrre loro stessi lo spettacolo finale che andrà in scena a maggio, all’interno della rassegna dell’Arena del Sole dedicata alle scuole con la regia di Alice De Toma e Max Giudici, fondatori dell’associazione Tomax Teatro.

Il percorso “Bologna non dimentica!” è rivolto alle nuove generazioni e si pone l’obiettivo di preservare la memoria favorendo contestualmente la partecipazione democratica e  l’impegno civile, attraverso forme di espressione artistica come il teatro, la scrittura e il cinema, affinché, scoprendo se stessi come parte di una collettività, diventino cittadini attivi e consapevoli.

Il progetto è offerto gratuitamente alle scuole grazie al sostegno dello Spi-Cgil Emilia-Romagna e della Fondazione del monte di Bologna e Ravenna, e gode del patrocinio di Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna, Città metropolitana di Bologna, Assemblea Legislativa della Regione, ed è inserito all’interno del programma Concittadini dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna.

Lascia un commento