A 41 anni dal 2 agosto 1980 Bologna non dimentica la strage che sconvolse la città e propone diverse iniziative, oltre al tradizionale corteo, per mantenere viva la memoria e onorare il ricordo delle vittime.

Lunedì 2 agosto tra le 6.30 e le 8.30 arriveranno al Parco della Montagnola le staffette podistiche Per non dimenticare partite venerdì 30 luglio da Milano. Alle 8.30, nel Cortile d’Onore di Palazzo d’Accursio, il Sindaco Virginio Merola incontrerà i familiari delle vittime della Strage della Stazione di Bologna insieme alle massime autorità. Quest’anno sarà presente la ministra per la Giustizia Marta Cartabia e interverranno il presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini oltre a sindaco e al presidente dell’Associazione tra i Familiari delle Vittime della Strage della Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980 Paolo Bolognesi.

Alle 9.15 è prevista la partenza del corteo da piazza Nettuno, con arrivo in Piazza Medaglie d’Oro. Il corteo si svolgerà nel rispetto delle normative anti-Covid, attraverso il distanziamento e l’uso della mascherina. Alle 10.10 n Piazza Medaglie d’Oro interverrà il presidente dell’Associazione Paolo Bolognesi e alle 10.25, il triplice fischio del treno ricorderà il momento esatto dell’esplosione. Seguirà un minuto di silenzio in memoria delle vittime. Concluderà la cerimonia il Sindaco di Bologna e della Città metropolitana Virginio Merola.

Alle 11.15, nella Chiesa di San Benedetto, via dell’Indipendenza 64, il Cardinale Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna, celebrerà la Santa Messa. Alle 21.15 in Piazza Maggiore si terrà il concerto finale del Concorso Internazionale di composizione “2 agosto” – 27a edizione, dedicato a partiture per orchestra. L’orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Marco Angius eseguirà nella prima parte i tre brani vincitori del concorso: “Nelle pieghe” di Francesco Vitucci (Italia), primo premio; “Fluo” di Cesare Rolli (Italia), secondo premio; “Pezzetti di nebbia” di Krystian Neścior (Polonia), terzo premio. A seguire “Orpheus”, omaggio a Igor Stravinsky (1882-1971) a 50 anni dalla morte. Il concerto sarà trasmesso in diretta su Rai 5 e Rai Radio 3.

Sono previste tante iniziative anche nei giorni precedenti: podcast, eventi social, targhe commemorative, murales e installazioni come i Sampietrini della Memoria, posti a ricordo delle 85 vittime.

Per ulteriori informazioni >>

Lascia un commento