Ritorna il prossimo 7 ottobre l’edizione numero ventiquattro della “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – vale la pena” promossa dal gruppo di volontari “Gli amici di Luca”, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica anche l’ ottava “Giornata europea dei risvegli” con l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo.

“Il 7 ottobre 1997 fu il giorno in cui Luca si svegliò dopo otto lunghi mesi di coma e stato vegetativo in Austria dove era ricoverato in un centro di eccellenza grazie ad una gara di solidarietà. Quel giorno è diventato un simbolo che attraverso la sua storia interpreta il bisogno di migliaia di familiari che vivono situazioni simili e chiedono anche adeguamenti a una realtà che cambia” afferma Fulvio De Nigris, direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma “Gli amici di Luca”.

Oltre ad approfondire temi sociali e clinici della ricerca, la giornata si propone come obiettivo principale sensibilizzare il pubblico e canalizzare l’attenzione sulla difficile situazione delle persone con esiti di coma e gravi cerebrolesioni acquisite e sui loro diritti, acuita anche dalla situazione pandemica negli ultimi due anni.

La festa di venerdì 7 ottobre mattina alla “Casa dei Risvegli Luca De Nigris”, il centro pubblico innovativo di riabilitazione e ricerca dell’Azienda Usl di Bologna riconosciuto come buona pratica dal Consiglio d’Europa e da diffondere negli stati membri, fortemente voluto dai genitori di Luca, Fulvio De Nigris, Maria Vaccari e dall’associazione. Proprio la struttura sarà la location dell’incontro online con gli studenti delle scuole e i paesi europei partner, oltre al tradizionale lancio dei palloncini con i messaggi per un risveglio. Molte città italiane e straniere programmeranno in quel giorno iniziative varie di sensibilizzazione.

Ad ampliare il pubblico ci pensa Alessandro Bergonzoni, artista bolognese e testimonial della giornata, in tv e su vari media attraverso la sua campagna sociale “Essere o essere” per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle persone in coma e sulla necessità di diffondere anche in Europa buone pratiche a partire dalla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, con uno spot sulle reti nazionali e locali.

Non mancheranno convegni della seconda “Conferenza Nazionale di Consenso delle Associazioni che rappresentano familiari che accudiscono un proprio caro in coma, stato vegetativo o con GCA”, ma neanche appuntamenti a teatro e all’aperto.

La compagnia “Gli amici di Luca”, formata da persone uscite dal coma,  replicherà il 7 ottobre sera lo spettacolo “Pinocchio” realizzato con Babilonia Teatri al DAMSLab, in collaborazione con l’Università di Bologna. Inoltre, il Gruppo Dopo Di Nuovo presenterà mercoledì 12 ottobre sera in prima nazionale il nuovo spettacolo “Beckettiana” al Teatro Dehon di Bologna.
Domenica 9 ottobre ci sarà invece la festa a Bologna in piazza Maggiore con la partecipazione di varie associazioni, come il CSI Centro Sportivo Italiano, con la partecipazione della Curia di Bologna – Pastorale giovanile, della Croce Rossa Italiana, dell’AVIS, del Rotary e altri, con attività ludico-motorie.

La “Giornata dei risvegli” vede la collaborazione di enti ed istituzioni, oltre al Comune di Bologna, alla Regione Emilia Romagna, all’Università degli Studi di Bologna, all’Azienda USL di Bologna e in sinergia con la coop. perLuca, con il fine comune di sensibilizzazione ed impegno verso persone in stato di post-coma.

L’associazione “Gli amici di Luca” continua a livello nazionale nell’ Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità a garantire il proprio contributo per la realizzazione del prossimo piano di azione sui diritti delle persone con disabilità e nell’impegno sulle pari opportunità delle persone disagiate.

Per informazioni:
telefonare 051 6494570 oppure 3356535122
visitare il sito www.amicidiluca.it;
oppure scrivere una mail a info@amicidiluca.it

Lascia un commento