Teatri di Vita presenta l’evento Anzianità in arancione previsto per mercoledì 31 marzo alle ore 19. I protagonisti saranno gli anziani, ultrasettantenni che raccontano le loro giornate durante la pandemia: chi ha preso e superato il Covid, chi lo ha esorcizzato con l’arte o la spiritualità, chi ha sofferto la distanza da figli e nipoti.

Si tratta di un quadro inedito e vivace di uomini e donne, tra i 75 e gli 85 anni, di varie parti d’Italia, da Milano a Bari, da Cagliari a Roma, da Bologna a Cosenza, non solo uniti dalle loro storie di distanza e solitudine ma anche di affiatamento con nipoti o giovani amici che hanno reso le loro giornate durante l’emergenza sanitaria meno monotone stabilendo nuove routine.
Nati tutti nella seconda metà degli anni Trenta e nei primi anni Quaranta, hanno vissuto la guerra e il dopoguerra, sono diventati adulti durante il miracolo economico italiano, hanno conosciuto sia la fame che il benessere della crescita economica, dello sviluppo tecnologico di quegli anni, ma come hanno affrontato l’incertezza e la paura legata al Covid?

Anzianità in arancione è un evento in diretta web e sarà possibile seguirlo sul sito >> e sulle pagine Facebook >> e YouTube >> del teatro bolognese.
L’evento è prodotto da Teatri di Vita a cura di Katia Ippaso e Stefano Casi, con il contributo di Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna e MiC.
Si tratta della seconda tappa del ciclo di eventi di Teatri di Vita; per prendere visione della prima visitare il seguente link >>.

Lascia un commento