“Bisogna continuare a parlare di donne, dei loro diritti, degli stereotipi legati ai ruoli maschile e femminile […] presentiamo protagonisti che hanno saputo raccontare vecchi e nuovi pregiudizi, provando a intervenire proprio su quelle radici culturali che troppo spesso limitano l’emancipazione femminile nel nostro Paese”. Queste le parole di Marco Chiesara, presidente di WeWorld Onlus, per presentare l’Edizione Speciale del WeWorld Festival che, in occasione della giornata internazionale della donna, sarà in diretta giovedì 4 e venerdì 5 marzo sulla pagina Facebook dell’organizzazione, con alcuni eventi su prenotazione. In attesa dell’11° edizione dell’evento ufficiale, previsto quest’anno per il mese di maggio, il Festival propone quindi un’anteprima streaming di due giorni, interamente dedicati ai diritti delle donne.

Tra performance teatrali, dibattiti, film e ospiti d’eccezione, sei incontri online che spaziano tra i temi dell’empowerment femminile e della violenza di genere. Tra gli argomenti trattati nel Festival “L’inclusione delle donne italiane ai tempi del Covid-19”, “Guida al sessismo nascosto nei posti di lavoro”, “Storie necessarie di Ecofemminismo” e altro ancora.

Da sempre impegnata nella creazione di società più inclusive, WeWorld continua il suo lavoro per combattere gli stereotipi ancora legati alla figura della donna. Interessante e significativa iniziativa di un’organizzazione convinta che “solo proponendo nuovi e altri modelli si possano davvero cambiare le cose, soprattutto in un Paese come l’Italia dove, ancora oggi, una donna su tre è vittima di violenza”, in una società che mette le donne e il loro empowerment in secondo piano.

Per partecipare basta connettersi alla pagina Facebook di WeWorld Onlus >>
Per vedere il programma >>

Lascia un commento