Da diverso tempo è oramai attivo il progetto Pilastro DOCet che con i suoi numerosi laboratori punta a rivitalizzare alcuni luoghi chiave del quartiere Pilastro, creando un nuovo senso di comunità e coesione sociale,
valorizzare e rafforzare risorse e realtà professionalizzanti già attive sul territorio al fine di creare opportunità formative di alta qualità per i giovani che abitano nel quartiere.
Anche per quest’anno sono previsti nuovi percorsi nell’ambito dell’iniziativa. Il 25 febbraio partirà il laboratorio gratuito per la auto-costruzione del Forno di Comunità organizzato dal Circolo La Fattoria. L’obbiettivo è quello di creare un nuovo luogo di incontro utilizzabile da associazioni e cittadini. Negli spazi della Fattoria Urbana i partecipanti potranno realizzare un vero e proprio forno sociale in muratura. Il corso sarà tenuto dalla Cooperativa Tumso ed è suddiviso in due moduli per una durata complessiva di 40 ore. Nel primo modulo i partecipanti riceveranno una formazione in merito alla sicurezza nei cantieri. Il secondo sarà relativo alla costruzione vera e propria.

Potranno partecipare un massimo di 12 persone con età compresa tra i 18 e i 35 anni. I giovani impareranno ad eseguire tutte le operazioni e le attività necessarie nonché propedeutiche per la realizzazione del forno e nello specifico: tracciamento e messa in opera delle modine, pulizia dell’area di lavoro, sbancamento dell’area, operazioni di riempimento e di realizzazione della soletta armata, realizzazione del pavimento e via dicendo.

Ad aprile invece prenderanno il via i laboratori di panificazione proprio grazie alla realizzazione del forno.


Visto il numero limitato di posti è obbligatoria l’iscrizione scrivendo all’indirizzo e-mail: fattoria.urbana.bologna@gmail.com
Per informazioni è possibile visualizzare la pagina web del progetto >> o telefonare 3664899239

Pilastro DOCet è il progetto selezionato come beneficiario del bando pubblico per l’assegnazione di sovvenzioni a soggetti del terzo settore per lo sviluppo di progetti di cultura tecnica per l’innovazione sociale, cofinanziato con il contributo dell’Unione europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020.

Lascia un commento