banner 5x1000 1 di 5

La magia era nell’aria alla festa celtica

Categorie carcere: 

di Pasquale Acconciaioco/ C’è chi non crede nella magia, ma posso testimoniare che i momenti magici esistono, avendoli vissuti di recente in una bella esperienza che mi ha portato fuori dalle mura di questo carcere.
Dopo un lungo periodo detentivo, infatti, l’area trattamentale dell’istituto dove attualmente vivo mi ha dato la possibilità di uscire per andare a fare volontariato in un paesino che si chiama Monterenzio, dove ogni anno si svolge una festa celtica, dal 27 al 30 giugno e dal 5 al 7 luglio.

EstateDozza/Istantanea felicità

Categorie carcere: 

di Igli Meta/Anche quest’anno, come ogni anno, i volontari del “Poggeschi per il carcere” hanno proposto l’Estate Dozza,che ha visto la realizzazione di laboratori di teatro, yoga, musica/giocoleria nella settimana dal 15 al 19 luglio, ogni giorno, dalle 9 alle 12.

Dopo 14 anni il mio primo permesso

di Giuseppe Gemito /Ho sognato per 14 anni in carcere il giorno in cui avrei potuto assaporare l’esperienza di un uomo libero e, il 7 febbraio 2019, quel giorno è arrivato con un permesso premio di 6 ore. 
Non sono un sonnambulo, ma stavolta, la notte precedente ho “vagato” nell’attesa. Quando la sveglia ha iniziato a suonare inutilmente è stato liberante disattivarla. 

Vita da scrivano

Categorie carcere: 

di Thomas Sanna/ Vivo all'interno del carcere "Dozza" da quasi 3 anni. Dopo diverso tempo dal mio arrivo, sono venuto a conoscenza del fatto che il ruolo essenziale di scrivano non esisteva più come figura autonoma, anche se prima veniva regolarmente retribuito, come da normativa sui lavori interni. Purtroppo, i tagli del Governo ai fondi del sistema penitenziario hanno inciso, tra l'altro, anche sul lavoro di scrivano. Che noia passare i giorni senza rendersi utili in alcun modo a qualcuno, ma soprattutto a se stessi!

Volontario, che passione (I parte)

Categorie carcere: 

di Marco Baldi/ L’art.17 e l’art 78 della L. 354/75 (ordinamento penitenziario) prevedono la partecipazione della comunità esterna all’azione rieducativa dei detenuti e testualmente recitano: “la finalita' del reinserimento sociale dei condannati e degli internati deve essere perseguita anche sollecitando ed organizzando la partecipazione di privati e di istituzioni o associazioni pubbliche o private all'azione rieducativa.

I due mondi paralleli

Categorie carcere: 

di Federico Alderete/Una volontaria in carcere racconta la sua esperienza, tra le difficoltà delle donne detenute nella Dozza e la sua vita quotidiana di donna.
Ha uno sguardo accogliente, maturità classica presa per accontentare la madre che la voleva scrittrice. Ogni mattina accompagna all’asilo i suoi figli e dopo va a lavorare in carcere nella sezione femminile.

I due mondi paralleli

Categorie carcere: 

di Federico Alderete/Una volontaria in carcere racconta la sua esperienza, tra le difficoltà delle donne detenute nella Dozza e la sua vita quotidiana di donna.
Ha uno sguardo accogliente, maturità classica presa per accontentare la madre che la voleva scrittrice. Ogni mattina accompagna all’asilo i suoi figli e dopo va a lavorare in carcere nella sezione femminile.

Pagine

Top