sabato 07 dic 2019
banner 5x1000 1 di 5

Un aiuto per lo studio

Categorie carcere: 

di Luciano Martucci/A fine gennaio, in occasione di un esame, ho avuto il piacere di conoscere la professoressa Ilaria Porciani, docente di Storia Contemporanea, e il suo assistente.
Le condizioni di noi studenti in carcere non sono facili sotto molti punti di vista, ma la loro offerta d’aiuto è stata di grande valore, inviandomi testi che mi possono essere utili e che metto a disposizione degli altri studenti detenuti come me.
Ringrazio loro, di questo prezioso contributo, e anche i tanti studenti che hanno aderito a questa iniziativa.

Mia madre mi compra i libri

Categorie carcere: 

di Gianluca Vallini/Ho deciso di riprendere gli studi universitari durante la mia carcerazione perché ritengo fortemente che sia il miglior modo per investire il tempo che devo trascorre qui dentro e, per avere maggiori possibilità nell’ambito lavorativo una volta tornato in libertà.
Ho scelto la facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, perché la storia dell’arte è stata fin da bambino la mia più grande passione.

Mia madre mi compra i libri

Categorie carcere: 

di Gianluca Vallini/Ho deciso di riprendere gli studi universitari durante la mia carcerazione perché ritengo fortemente che sia il miglior modo per investire il tempo che devo trascorre qui dentro e, per avere maggiori possibilità nell’ambito lavorativo una volta tornato in libertà.
Ho scelto la facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, perché la storia dell’arte è stata fin da bambino la mia più grande passione.

Gli altri universitari

Categorie carcere: 

Al'interno del carcere della Dozza, vi sono una quindicina di persone che stanno studiando all'università; su una popolazione che attualmente si aggira sui 900 individui, non sono molti.
E' difficile studiare in carcere, anche se esiste una convenzione con l'Università che permette di ridurre al minimo le spese di iscrizione. I libri rimangono difficili da trovare in prestito e anche da fotocopiare, ma si devono comprare. In più mancano i computer, l'accesso ad internet (per lo meno ad una parte di esso), mancano le lampadine per la lettura notturna. Un

Gli altri universitari

Categorie carcere: 

Al'interno del carcere della Dozza, vi sono una quindicina di persone che stanno studiando all'università; su una popolazione che attualmente si aggira sui 900 individui, non sono molti.
E' difficile studiare in carcere, anche se esiste una convenzione con l'Università che permette di ridurre al minimo le spese di iscrizione. I libri rimangono difficili da trovare in prestito e anche da fotocopiare, ma si devono comprare. In più mancano i computer, l'accesso ad internet (per lo meno ad una parte di esso), mancano le lampadine per la lettura notturna. Un

Quanto costano i libri

Categorie carcere: 

di Luciano Marcucci/N., già laureato in Scienze Politiche, quest'anno si è iscritto a Giurisprudenza, dove gli sono stati riconosciuti vari esami ed ha potuto cominciare dal terzo anno.
La scelta di intraprendere altri studi è dovuta alla voglia di migliorare, non solo la propria cultura, ma anche le proprie competenze professionali, rendendole più ampie, tant'è che sta già pensando a una terza laurea in Psicologia. Insomma, un vero studioso.

Quanto costano i libri

Categorie carcere: 

di Luciano Marcucci/N., già laureato in Scienze Politiche, quest'anno si è iscritto a Giurisprudenza, dove gli sono stati riconosciuti vari esami ed ha potuto cominciare dal terzo anno.
La scelta di intraprendere altri studi è dovuta alla voglia di migliorare, non solo la propria cultura, ma anche le proprie competenze professionali, rendendole più ampie, tant'è che sta già pensando a una terza laurea in Psicologia. Insomma, un vero studioso.

Vuoi studiare? Ti devi arrangiare!

Categorie carcere: 

di Bruno Buttiglione/L’art. 19 della legge n° 354/75, al quarto comma, ha riconosciuto la possibilità ai detenuti e agli internati di affrontare corsi di studio universitario all’interno degli istituti penitenziari, prevedendo che il compimento dei corsi accademici debba, in tali strutture, essere agevolato. Purtroppo nel mio caso è andata diversamente.

Pagine

Top