banner 5x1000 1 di 5

"Ne vale la pena" periodico dal carcere della Dozza

Un laboratorio di giornalismo dentro al carcere bolognese. Ogni martedì dal marzo del 2012 una redazione composta da detenuti e volontari s'incontra per parlare della condizione carceraria vista questa volta dall'interno

  • L’Ordinamento Penitenziario questo sconosciuto (I° Parte)

    Categorie carcere: 

    di Domenico Bottari/

    Secondo voi il carcere rende più buoni o il contrario? E secondo voi perché? Questo è il sondaggio che farei tra la gente. Alcune risposte sul tema furono date durante un importante convegno, “Scenari per un sistema carcerario futuro”, tenuto nel 2006 a Milano, da alcuni dei maggiori esperti del settore.
    Fra i relatori, Alessandro Margara (ex Direttore del D.A.P ed ex Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Firenze), Lucia Castellani (Direttrice d’istituto penitenziario), Giuseppe Mosconi (docente di sociologia del diritto).

  • Il ballo dello spread

    Categorie carcere: 

    di Marco Baldi/

    E' la parola tormentone di quest'anno, il famigerato spread; questa parola inglese altri non è che il differenziale di rendimento tra i Bund decennali tedeschi e i BTP italiani, e tanto più sale più ci fa ballare per la tensione.
    Questa parolina infiamma i mercati e quando entra nel mirino della speculazione, fa letteralmente ballare gli operatori di tutti i mercati e i governanti del mondo.

  • Il ballo dello spread

    Categorie carcere: 

    di Marco Baldi/

    E' la parola tormentone di quest'anno, il famigerato spread; questa parola inglese altri non è che il differenziale di rendimento tra i Bund decennali tedeschi e i BTP italiani, e tanto più sale più ci fa ballare per la tensione.
    Questa parolina infiamma i mercati e quando entra nel mirino della speculazione, fa letteralmente ballare gli operatori di tutti i mercati e i governanti del mondo.

  • Ci hanno schiacciato le bolle!

    Categorie carcere: 

    di Luciano Martucci/

    L’antropologo americano E.T. Hall che nel 1966 ha scritto “La dimensione nascosta”, studia la prossemica ovvero la scienza che indaga il significato dello spazio tra noi e gli altri.

  • Ci hanno schiacciato le bolle!

    Categorie carcere: 

    di Luciano Martucci/

    L’antropologo americano E.T. Hall che nel 1966 ha scritto “La dimensione nascosta”, studia la prossemica ovvero la scienza che indaga il significato dello spazio tra noi e gli altri.

  • Crisi economica e lavoro per i detenuti

    Categorie carcere: 

    di Rachdi Otmane/

    In carcere ci si ritrova ovviamente per saldare il debito giuridico nei confronti dei cittadini e soprattutto della parte lesa. Quindi questo dovrebbe essere il punto di partenza per ciascuno di noi nel riconoscere la gravità del danno materiale e morale recato, in quanto ritengo che il miglioramento di una persona avvenga solo quando la stessa si comincia a porre delle domande ben definite: perché ho infranto la legge e quali sono le cause, le ragioni?

  • Crisi economica e lavoro per i detenuti

    Categorie carcere: 

    di Rachdi Otmane/

    In carcere ci si ritrova ovviamente per saldare il debito giuridico nei confronti dei cittadini e soprattutto della parte lesa. Quindi questo dovrebbe essere il punto di partenza per ciascuno di noi nel riconoscere la gravità del danno materiale e morale recato, in quanto ritengo che il miglioramento di una persona avvenga solo quando la stessa si comincia a porre delle domande ben definite: perché ho infranto la legge e quali sono le cause, le ragioni?

  • Benefici della meditazione

    Categorie carcere: 

    di Luciano Martucci/

    All’inizio del mese è scomparso il professore Pier Cesare Bori, docente di Storia del Cristianesimo dell’Università di Bologna e titolare della cattedra Unesco per il pluralismo religioso e la pace.
    Portava avanti dal ’99 un gruppo di lettura e di meditazione Vipassan di origine buddhista nella Dozza i cui benefici consistono nella  riduzione dello  stress, controllo della rabbia e accettazione delle proprie condizioni.

  • Benefici della meditazione

    Categorie carcere: 

    di Luciano Martucci/

    All’inizio del mese è scomparso il professore Pier Cesare Bori, docente di Storia del Cristianesimo dell’Università di Bologna e titolare della cattedra Unesco per il pluralismo religioso e la pace.
    Portava avanti dal ’99 un gruppo di lettura e di meditazione Vipassan di origine buddhista nella Dozza i cui benefici consistono nella  riduzione dello  stress, controllo della rabbia e accettazione delle proprie condizioni.

  • La speranza è negli affetti che rimangono

    Categorie carcere: 

    di Marco Baldi/

    Entrando in carcere le possibilità di rimanere soli e di perdere il possesso di beni o gli affetti di amici o dei familiari è molto concreto. Chi subisce una condanna e trascorre molto tempo nelle patrie galere, finisce per diventare un appestato messo in un lazzaretto, abbandonato da tutti.
    Paradossalmente ci si ritrova a fare amicizia con persone che hanno subito la stessa sorte, e la tua casa diventa il carcere.

Pagine

Top