domenica 15 dic 2019
banner 5x1000 1 di 5

Rubrica di recensione teatrale di Lucia Cominoli.

Santarcangelo.12. Il Festival dello spettatore

Ultimo week end quello da venerdì 20 a domenica 22 luglio per Santarcangelo.12, il Festival teatrale che per quarantadue anni ha abitato l'estate del paese romagnolo, invadendone le piazze, gli antri sotterranei, lo sferisterio, le grotte e i balconi delle case con la voce e l'opera di artisti nazionali e internazionali che hanno segnato la storia del teatro contemporaneo ad oggi al centro di un complesso disegno di ridefinizione e ristrutturazione.

Argomento: 

Santarcangelo.12. Il Festival dello spettatore

Ultimo week end quello da venerdì 20 a domenica 22 luglio per Santarcangelo.12, il Festival teatrale che per quarantadue anni ha abitato l'estate del paese romagnolo, invadendone le piazze, gli antri sotterranei, lo sferisterio, le grotte e i balconi delle case con la voce e l'opera di artisti nazionali e internazionali che hanno segnato la storia del teatro contemporaneo ad oggi al centro di un complesso disegno di ridefinizione e ristrutturazione.

Argomento: 

A La scena dell'incontro con il Brasile di Hygiene

Via libera nella Piazza Maggiore di Bologna all'energia contagiosa del Grupo XIX de Teatro, che, con lo spettacolo itinerante Hygiene, da venerdì  6 a domenica 8 luglio alle ore 18:30 invaderà la città di operai, immigrati, lavandaie, prostitute, ex schiavi, sciamani e commercianti di Rio di Janeiro, pronti a condurci, attraverso le loro danze  e le loro storie, in un rocambolesco viaggio nel Brasile di fine Ottocento e inizi Novecento.

Argomento: 

A La scena dell'incontro con il Brasile di Hygiene

Via libera nella Piazza Maggiore di Bologna all'energia contagiosa del Grupo XIX de Teatro, che, con lo spettacolo itinerante Hygiene, da venerdì  6 a domenica 8 luglio alle ore 18:30 invaderà la città di operai, immigrati, lavandaie, prostitute, ex schiavi, sciamani e commercianti di Rio di Janeiro, pronti a condurci, attraverso le loro danze  e le loro storie, in un rocambolesco viaggio nel Brasile di fine Ottocento e inizi Novecento.

Argomento: 

"Vita mia, parla": in scena la persecuzione (poco conosciuta) del popolo Rom

Andrà in scena martedì 15 maggio alle 21, nell’Aula di via Mascarella 46, la lettura-spettacolo “Vita mia, parla – Dal nostro rifiuto allo sterminio scientifico”. Lo spettacolo, promosso dal Centro Studi “G. Donati”, porta all’attenzione del pubblico il dramma della persecuzione dei Rom attraverso le parole e i versi della scrittrice e poetessa Mariella Mehr, sopravvissuta alle violenze e agli abusi subiti nel secondo dopoguerra in Svizzera.

Pagine

Top