domenica 19 gen 2020
banner 5x1000 1 di 5

Laboratori Migranti all'Antoniano, attività aperte a tutti per superare i pregiudizi

E' ripartita il 5 ottobre la terza edizione di "Laboratori Migranti": una serie di laboratori organizzati da Antonionano Onlus in collaborazione con Arte Migrante.

La scelta tra le attività proposte è molto ampia: teatro, danza, musica, artigianato, pittura, lingua inglese, lingua italiana per stranieri, alfabetizzazione, cura di un orto sinergico, informatica e redazione del curriculum, incontri con Emergency e Avvocato di Strada.

In ricordo di Lucio Dalla e un'inchiesta dedicata alle donne: è uscito il nuovo numero di Piazza Grande

E' uscito il numero di marzo di"Piazza Grande" dedicato a Lucio Dalla a quattro anni dalla sua scomparsa. “Dal 2012 Bologna è orfana del suo piccolo grande uomo che non faticava a farti un cenno della mano se solo un sorriso o uno sguardo estraneo di ammirazione giungeva ai suoi occhi – scrive Roberto Morgantini – Lucio manca. Manca alla città, ai bolognesi, alla musica. Manca a me e agli amici di Piazza Grande”.

“Cent’anni da vagabondo” nel doppio numero di Piazza Grande

È in strada il numero doppio dicembre-gennaio di Piazza Grande, che celebra il centenario del film Il vagabondo di Charlie Chaplin: in copertina un’immagine del film, tratta dall’archivio della Cineteca di Bologna. “È  l’umanità che Chaplin è riuscito a rappresentare – con tutti i suoi limiti, le sue debolezze e i suoi pregi – a fare de Il Vagabondo un capolavoro intramontabile”, spiega Piero Di Domenico, giornalista e critico cinematografico italiano.

Tutti fuori!: Piazza Grande di maggio è in strada

Il numero di maggio di Piazza Grande è dedicato al tema degli Opg, gli ospedali psichiatrici giudiziari: attualmente sei strutture in Italia, per un totale di 803 persone internate. In copertina il volto di Ascanio Celestini, attore, regista, scrittore e drammaturgo, intervistato da Giorgia Gruppioni. Da tempo Celestini lavora sul tema del manicomio e ha anche interpretato una persona affetta da malattia mentale: “Indubbiamente gli Opg sono un’istituzione vergognosa che va superata.

Pagine

Top