domenica 21 lug 2019
banner 5x1000 1 di 5

"Senza fretta": il cartellone di attività della Scuola di Pace per riscoprire Monte Sole

Si intitola "Senza fretta" ed è la nuova offerta culturale estiva della Scuola di Pace di Monte Sole.

La rassegna, che partirà il 1 e 2 giugno, vedrà la Scuola di Pace aprire le porte a giovanissimi, giovani e adulti per 6 fine settimana lungo tutto l'arco dell'estate.

Memoria, Identità, Conflitti, Emozioni, Responsabilità e Monte Sole saranno le parole chiave che guideranno le visite esperenziali e i laboratori per adulti e bambini della Scuola di Pace al sabato e alla domenica.

Argomento: 

"Segni di Resistenza": una mostra e arte pubblica per ricordare storie e persone della lotta di Liberazione

Accademia di Belle Arti e Anpi insieme per una mostra, "Segni di Resistenza", in programma fino al 27 gennaio 2019 all'Istituto storico Parri, in via Sant'Isaia 20 a Bologna. Ma fino a giugno, alle azioni e alle opere presenti nelle sale di via Sant'Isaia, faranno eco segni e cartelli stradali sparsi nelle aree verdi antistanti le Biblioteche del capoluogo e dell'area metropolitana: arte pubblica e linguaggi diversi per ricordare storie e persone della lotta di Liberazione.

Argomento: 

5 settembre 1938. Le leggi razziali e la stampa nazionale

di Andrea Pancaldi / E' passata purtroppo abbastanza sotto silenzio la data del 5 settembre, che ricorda l'80°anniversario della firma delle leggi razziali contro gli ebrei a cura del governo fascista italiano e firmate dal re Vittorio Emanuele nella tenuta di San Rossore in Toscana. Al pari dei crimini di guerra compiuti dall'esercito italiano nei Balcani, in Libia, Etiopia ed Eritrea (1), anche le leggi razziali confermano una nazione che fa fatica a fare i conti con la propria storia e rimane sostanzialmente ancorata al cliché "rossi/neri".

2 agosto 1980: gli eventi in programma in memoria delle vittime di tutte le stragi

Stazione di Bologna, 2 agosto 1980. Sono le 10.25, l’ora che è ancora impressa dopo 38 anni nelle lancette dell’orologio fuori dalla stazione. Il tempo si è fermato quando una bomba contenuta in una valigia abbandonata è esplosa nella sala d’aspetto della Seconda classe. 85 persone hanno perso la vita, oltre 200 i feriti, per quello che è stato uno degli atti terroristici più gravi del secondo Dopoguerra, nei cosiddetti anni «di piombo».

Argomento: 

"2 agosto: sinfonia di soccorsi" - Concerto vocale per coro di attori, sulla strage del 2 agosto 1980

Se sei un attore e hai a cuore il tema della memoria e della città di Bologna, è in programma “2 agosto: sinfonia di soccorsi”, un concerto vocale per coro di attori. Il progetto consiste nella lettura interpretativa, in forma di concerto vocale per coro di attori, dei documenti relativi ai soccorsi e alla solidarietà rivolta ai feriti e ai parenti delle vittime della strage del 2 agosto 1980, alla stazione di Bologna.

Il progetto sarà strutturato in diverse fasi:

Argomento: 

Pagine

Top