banner 5x1000 1 di 5

Alla Dozza apre "AtmospHera", la prima sala cinematografica in un carcere aperta al pubblico

Dopo il successo dei laboratori di cinema organizzati nell’ambito del progetto “Ciak in Carcere” e del “Cinevasioni Festival”, il primo festival di cinema organizzato in un carcere, è parso subito chiaro che la formazione in ambito cinematografico, la quale dal 2015 coinvolge i detenuti della Casa Circondariale Rocco D'Amato di Bologna, non avrebbe avuto un perché se non permettendo agli studenti di assistere alle proiezioni dei film in contemporanea al grande pubblico. 

Come capire davvero il cinema senza poterlo assaporare? 

Religioni per la Cittadinanza: il 25 ottobre si parla del progetto educativo in dialogo con le religioni e le spiritualità nel carcere di Bologna. Iscrizioni aperte

Quattordici incontri pomeridiani di due ore ciascuno, rivolti senza distinzione a detenuti italiani e stranieri appartenenti a diverse confessioni tesi a esplorare l’ambito religioso. Questo è stato il progetto Religioni per la Cittadinanza, che sarà presentato venerdì 25 ottobre alla Sala Poggioli della Regione Emilia Romagna, in viale della Fiera 8 a Bologna, in una mattinata densa di interventi.

Argomento: 

Presentato il Primo Rapporto dell'associazione Antigone sulle condizioni carcerarie in Emilia-Romagna

Antigone Emilia Romagna ha presentato il Primo Rapporto sulle condizioni di detenzione degli istituti della nostra regione. Il Rapporto affronta diverse tematiche, vediamone alcune.

Contesto regionale

L'Emilia-Romagna si colloca al settimo posto tra le regioni italiane per la popolazione carceraria con 3.641 detenuti (circa il 6% del totale nazionale), nel 2018 sono stati 2.870 i nuovi ingressi in carcere, in linea con i dati precedenti, mentre il 70% dei detenuti sono condannati in via definitiva (contro il 67% della media nazionale).

Argomento: 

"Estate Dozza": una settimana di volontariato e attività con i detenuti del carcere

L'associazione "Il Poggeschi per il carcere organizza dal 15 al 19 luglio "Estate Dozza", una settimana di laboratori e attività con i detenuti del carcere di Bologna aperta a studenti e giovani lavoratori per conoscere meglio questa realtà e le persone che ne fanno parte.

Per partecipare scrivere a infocarcere@centropoggeschi.org oppure presentarsi ogni lunedì alle 19.00 vicino la chiesa in via S. Sigismondo.

Argomento: 

Il Coro Papageno del carcere di Bologna per la prima volta in un concerto in città, fuori dalle mura carcerarie. Biglietti già in vendita

Il prossimo 4 maggio alle ore 17, il Coro Papageno della Casa Circondariale Rocco d’Amato di Bologna, diretto da Michele Napolitano, si esibirà per la prima volta in assoluto in città, fuori dalle mura carcerarie, al Teatro Auditorium Manzoni, insieme al trio del jazzista americano Uri Caine. Il concerto, organizzato dall'associazione Mozart14, è un evento unico, il cui scopo è proprio quello di sotenere le attività di questo straordinario coro polifonico fondato nel 2011 da Claudio Abbado.

L'Istituto Penale Minorile torna a esibirsi nel nuovo spazio, con lo spettacolo "Bellinda e bestia". Iscrizioni entro fine luglio

Aprirà con lo spettacolo “Bellinda e bestia”, in scena dal 5 all’8 settembre, un nuovo spazio di condivisione con il pubblico del carcere minorile di Bologna. A due anni dalla chiusura dell’ex chiesa del carcere minorile, storico palcoscenico del Teatro del Pratello, la compagnia di Paolo Billi ha di nuovo l’opportunità di esibirsi, per portare al pubblico i risultati del progetto artistico per giovani in situazioni difficili.

Argomento: 

Prossima fermata: Libertà. Una raccolta fondi on line per dare voce ai giovani carcerati

Prossima fermata: Libertà è il titolo della raccolta fondi e della pubblicazione che l'associazione U.V.a. P.Ass.A., da anni impegnata in attività di volontariato all'interno dell'Istituto Penale per Minorenni di Bologna "Il Pratello" e presso la comunità per minori stranieri non accompagnati, sempre nel capoluogo felsineo, il Villaggio del Fanciullo, ha l'obiettivo di stampare dopo aver raggiunto l'obiettivo di 3.000 euro sulla piattaforma GoFundMe, lanciata il 23 aprile scorso.

Argomento: 

Pagine

Top