Piattaforma ISI: lingua e tecnologie per l'integrazione degli studenti stranieri

piattaforma ISI.jpg

La conoscenza della lingua italiana è un presupposto base per l'integrazione degli studenti stranieri e non solo per loro, a rendere l’apprendimento più agevole può essere l'utilizzo della tecnologia. Questo il presupposto alla base della piattaforma ISI, Inclusione Studenti Immigrati, un progetto che mira al superamento delle difficoltà comunicative e culturali dei ragazzi figli di immigrati presenti nel sistema scolastico, favorendo l'insegnamento dell'italiano lingua seconda con l'utilizzo di nuove tecnologie.

Il progetto, il cui sostenitore principale è la Regione Emilia-Romagna, si svolge in collaborazione con la Cooperativa Anastasis che ha realizzato la piattaforma tecnologica per l'inserimento delle unità didattiche, per la loro somministrazione e per l'analisi dei risultati da parte dei docenti.

L'infrastruttura tecnologica permetterà la costruzione di pagine multimediali: testi, immagini, audio e filmati potranno essere utilizzati nella didattica. L'interazione con l'utente e la partecipazione attiva saranno possibili grazie a sezioni di esercizi: questionari, testi da completare, sequenze da ricostruire e così via. Il risultato dell'esercizio è calcolato automaticamente dal sistema e comunicato in tempo reale all'utente, in modo da non richiedere alcun intervento dell'insegnante.
L'applicazione comprenderà due ambienti: un ambiente di fruizione, rivolto ai ragazzi che usufruiranno dei contenuti, e un ambiente autore, con accesso riservato al personale didattico. Non si configura quindi come un prodotto chiuso, ma come un contenitore dove personale dotato di credenziali d'accesso può modificare ed ampliare i contenuti forniti inizialmente come parte integrante del progetto.

Obiettivi del progetto
• Progettare e realizzare una piattaforma tecnologica online in grado di supportare la creazione dei sussidi didattici online da parte di docenti per i quali non si rendono necessarie competenze specialistiche nel campo dell'informatica.
• Progettare e realizzare una matrice adattabile, replicabile e generativa per la predisposizione di materiali didattici per l’insegnamento dell’italiano lingua seconda, rivolti ad allievi stranieri con un livello di competenza da A2 a B1 del quadro comune europeo.
• Costruzione di una community di insegnanti e scuole interessate allo scambio e alla produzione di unità didattiche multimediali, attraverso la sperimentazione della piattaforma tecnologica online.
• Trasferimento dei materiali, delle soluzioni tecnologiche e del modello d'intervento al sistema scolastico, attraverso iniziative di disseminazione e specifiche azioni volte a coinvolgere e attivare i principali centri di competenze presenti nella regione Emilia-Romagna.

Per garantire una effettiva ricaduta del progetto sul sistema scolastico, viene costituito un gruppo di progettazione composto dai docenti che quotidianamente operano nelle scuole coinvolte, con il supporto e la supervisione scientifica di specialisti in Lingua Italiana. Inoltre, al gruppo verranno affiancati un operatore della Fondazione ASPHI e un esperto informatico della cooperativa Anastasis.

Per informazioni e aggiornamenti consultare la pagina isi.asphi.it.