Una casa per mamme in difficoltà: Asp Irides chiede un contributo ai cittadini

images-15.jpeg

Una raccolta di oggetti di uso quotidiano per rendere accoglienti e abitabili i nuovi appartamenti che il Comune di Bologna ha deciso di destinare a mamme in difficoltà.
Se ne sta occupando Asp Irides che e’ stata incaricata di allestire le 18 abitazioni, situate in via Gandusio, e chiede il contributo dei cittadini per completarne gli arredi.

Ecco un elenco degli oggetti - nuovi o usati e in buono stato - che possono essere utili alle mamme per iniziare a vivere nelle nuove case:

  • biancheria per cucina (tovaglie, strofinacci, presine, ecc.);
  • biancheria bagno (asciugamani);
  • biancheria letto matrimoniale, singolo e per lettino (lenzuola, federe, guanciali, coperte, ecc.);
  • articoli per la preparazione e consumazione pasti (piatti, bicchieri, tazze, posate, pentole, padelle, utensili vari, set per pappa bimbo);
  • articoli per pulizia casa (scopa, paletta, lavapavimento, secchio, contenitore raccolta rifiuti), tendaggi per le finestre
  • apparecchi per l’illuminazione (lampadari, lampade da terra o da scrivania, lampadine).

Gli articoli saranno raccolti per tutto il mese di marzo presso il Centro Interculturale Zonarelli (via Sacco 14 - Bologna), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.
E’ possibile concordare un appuntamento per altri orari e per il sabato mattina telefonando al numero 051/422.20.72.