Dichiarazioni periodiche invalidi civili al 31 marzo - scadenza

ritratto di daniela mignogna

Le dichiarazioni periodiche per gli invalidi civili - scadenza 31 marzo 2011

Fra le incombenze cui sono tenuti gli invalidi civili titolari di provvidenze economiche, la normativa e le disposizioni dell’ente erogatore (INPS) prevedono l’obbligo di presentare annualmente dichiarazioni annuali relative alla permanenza di alcune condizioni.
La scadenza è fissata al 31 marzo di ogni anno.

Si tratta di specifiche dichiarazioni di responsabilità relativa previste in origine dalla Legge 23 dicembre 1996, n. 662, articolo 1 commi 248 e 249 e dall’articolo 1, comma 35, della Legge 24 dicembre 2007, n. 247

Come e cosa fare
Gli interessati da questo obbligo di dichiarazione sono: gli invalidi civili totali titolari di indennità di accompagnamento e gli invalidi civili parziali titolari di assegno mensile di assistenza. Con Circolare n. 167 del 30 dicembre 2010, INPS ha stabilito che la dichiarazione annuale deve essere presentata anche dai titolari di indennità di frequenza.

Gli invalidi al 100% titolari di sola pensione di invalidità non sono tenuti a presentare nessuna dichiarazione periodica relativa alla loro invalidità.

Gli interessati ricevono dall’INPS, in tempo utile, un avviso e la segnalazione della procedura da seguire per presentare la relativa dichiarazione. Se si rientra nelle categorie di cui si è detto e non si riceve comunicazione entro fine febbraio, è opportuno rivolgersi all’INPS competente territorialmente.

Dal 2011 le dichiarazioni vanno presentate esclusivamente per via telematica.

L’interessato ha due modalità per presentare questa dichiarazione.

Può rivolgersi ad un Centro di Assistenza Fiscale (CAF, Centri autorizzati di assistenza fiscale) o ad un professionista abilitato trasmetteranno i dati direttamente al sistema informatico dell’INPS. Bisogna presentarsi con la lettera ricevuta (che contiene anche dei codici a barre) e con la documentazione relativa all’invalidità, all’eventuale lavoro svolto o all’eventuale ricovero periodico per patologie legate alla propria invalidità.

In alternativa il Cittadino può trasmettere direttamente via internet le informazioni che lo riguardano utilizzando il codice PIN (Personal Identification Number) in suo possesso. In questo caso, sarà sufficiente seguire le istruzioni che trovano sul sito www.inps.it, nella sezione Servizi al Cittadino. 803164 è il numero verde di INPS.

Le dichiarazioni
Come detto le dichiarazioni sono diverse a seconda della tipologia di invalidità riconosciuta.

�¡Gli invalidi civili parziali titolari assegno mensile sono tenuti a presentare la dichiarazione di responsabilità relativa alla permanenza del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa Il relativo modello INPS è denominato Mod. ICLAV
�¡Gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento devono presentare la dichiarazione di responsabilità relativa alla sussistenza o meno di uno stato di ricovero a titolo gratuito in istituto Il relativo modello INS è il Mod. ICRIC.
�¡Gli invalidi civili titolari di indennità di frequenza devono presentare la dichiarazione di responsabilità relativa alla eventuale sussistenza di uno stato di ricovero; anche il questo caso il modello di riferimento è il Mod. ICRIC
�¡Per completezza, i titolari di pensione sociale e assegno sociale presentano la dichiarazione di responsabilità relativa alla permanenza del requisito della residenza stabile e continuativa in Italia e per i soli titolari di assegno sociale anche la dichiarazione di responsabilità sulla sussistenza dello stato di ricovero o meno, in istituto. Il Modello in questo caso è il MOD ACC.ASPS.
Disabilità intellettive
La normativa (Legge 23 dicembre 1996, n. 662, art. 1 comma 254) ammette una semplificazione per i disabili intellettivi o psichici: in sostituzione della dichiarazione può essere presentato un certificato medico che riporti la patologia

Fonte: Handylex.org

Commenti

indennita di frequenza

ho ricevuto il bustone, il 10 luglio con scadenza il 31.07, non raccomandata, ma lettera normale......l'ho portato immediatamente al caf e mi hanno detto che non possono darmi la ricevuta prima del 20 ottobre perche l'inps ha aperto i canali per la presentazione solo oggi........ma e' possibile?