domenica 24 giu 2018
banner 5x1000 1 di 5

Una torta che… Ne Vale la Pena!

Categorie carcere: 

di Gaz/ Sono fuori in permesso premio.Mi alzo alla mattina presto, anche se non ho dormito quasi tutta la notte, forse perché il materasso era morbido… dopo tutti questi anni a dormire in una branda mi ci vuole un po’ ad abituarmi a un letto vero e morbido.
Questa sera, è la mia serata. C’è la presentazione de "La dolce Evasione", la raccolta di alcune delle ricette, che ho scritto durante questi anni, da quando faccio parte del laboratorio di giornalismo.

Torta Cristina

Categorie carcere: 

di Gaz/Martedì. Siamo in classe. Una volta la settimana facciamo lezione d'inglese con la Prof. Cristina. Durante la lezione, parlando di cibi, abbiamo scoperto che la nostra bella Prof. è vegana.
Molti pensano che senza la bontà del pesce o della carne non si possano realizzare ricette gradevoli. Personalmente penso che la cucina del futuro sia vegetariana, per non dire vegana.

La dolcezza di una giornata tipo

Categorie carcere: 

di Gaz/ Mi hanno chiesto di raccontare la mia giornata tipo, i ragazzi del Liceo Minghetti, venuti in visita al carcere.
Quando si entra in carcere la tua vita prende un colpo inimmaginabile, significa passare dalla libertà alla chiusura forzata. Le prime ire sembrano giorni, cerchi di incoraggiarti che tutto finirà presto, è una lotta continua con la tua mente che non accetta la realtà. Più passa il tempo, più riesci a fartene una ragione, che per un periodo i tempo apparterrai a questo mondo. Così cominci a organizzare i tuoi

Il dolce del permesso

Categorie carcere: 

di Gaz/Bella Giornata!! Finalmente anche per me le porte del carcere si sono aperte!! Mi hanno concesso un permesso premio ad hora per fare volontariato presso una comunità come cuoco. Ragazzi…. Un’emozione indescrivibile…. E al tempo stesso la paura ti segue come un’ombra, pensando al “dopo”, e fa il nido nella testa: tanti sbagli del passato hanno il loro peso, e intanto fuori il mondo è cambiato dopo tutti questi anni. La tecnologia, ad esempio, ha fatto enormi progressi e una cosa è vederla alla televisione, un’altra è vedere con i propri occhi.

Il dolce della Pasqua romena

Categorie carcere: 

di Gaz Kullau/ Domenica: siamo tutti a tavola. Ogni tanto la Domenica ci organizziamo per cucinare e mangiare insieme. Siamo un gruppo di immigrati, e qualche amico italiano.

Dolce d'autunno

Categorie carcere: 

Accade spesso che le scelte della vita siano dettate da eventi casuali che spingono a percorrere e sviluppare determinate strade dove si incrociano un insieme di stimoli, curiosità, voglia di cambiamento, conoscenza e novità.
L'incontro nei primi anni della mia detenzione durante il corso di cucina con un gruppo di cuochi professionisti ha rappresentato l'inizio di un approfondimento sulla natura degli alimenti, sulle tecniche di produzione , sui risvolti pratici in cucina, ha contribuito a creare un terreno fertile per

Crostata con la crema pasticcera

Categorie carcere: 

di Kullau Gazmend/All’interno della casa la cucina va considerata un vero e proprio laboratorio, un’area di lavoro che può trasformarsi anche in un luogo piacevole. Ma per prima cosa dovrebbe rispondere a determinati criteri strutturali.

L’amicizia in carcere

Categorie carcere: 

Di K.G. “Amico” è una grande parola per chi ne conosce il significato. Prima di parlare di amicizia, io credo sia indispensabile provare a riflettere un po’ su questa parola per noi tanto scontata e spesso, purtroppo, usata a sproposito. Chi è un amico? Cos’è l’amicizia? Un vecchio proverbio dice chi trova un amico trova un tesoro, ed è proprio così! Oggi più di ieri mi rendo conto che avere sempre un amico al proprio fianco è garanzia di benessere interiore, il che vuol dire serenità, aiuto nei momenti di sconforto, compagnia nella solitudine, conforto.

Il piacere del cioccolato

Categorie carcere: 

di Gaz Kullau/ Mangio per vivere e per provare piacere. Riguardo al cibo provo le stesse sensazioni di coloro che vanno a sciare, o a scalere le montagne o si dedicano ad attività che provocano eccitazione ed adrenalina. Quando si tratta del cioccolato mi lascio guidare dalle mie sensazioni, felice di respingere ciò che non sento autentico.

I cuori erano nella gioia

Categorie carcere: 

Inauguriamo  con questo brano la collaborazione con il gruppo di lettura che si riunisce mensilmente alla Dozza grazie a Enrico, volontario e operatore di Sala Borsa.
Questo racconto è nato dalla lettura di "Tre morti" di Tolstoj.

Pagine

Top