sabato 16 feb 2019
banner 5x1000 1 di 5

Salviamoci: è in distribuzione in città il nuovo numero di Piazza Grande

E' in distribuzione il nuovo numero di Piazza Grande, il primo giornale di strada in Italia, che in questi ultimi mesi ha visto un restyling della rivista e della redazione.

Tra i temi trattati in questo numero c'è il reddito di cittadinanza, commentato da Luigi, uno degli ospiti del Condominio Scalo, e dal professor Maurizio Bergamaschi, docente di sociologia dell'Università di Bologna.

Spoiler, in corso il crowdfunding per sostenere la nascita della web radio indipendente

C’era una volta Radio Alice, archetipo di quelle che un tempo venivano chiamate “radio libere”. Sono passati più di quarant’anni da quando la polizia fece irruzione nella sede di via del Pratello 41, mettendo la parola fine su una delle “avventure” culturali più importanti e conosciute degli anni ‘70 bolognesi e non.

"Vite in dialogo": ciclo di incontri sul dialogo tra culture e religioni

La Parrocchia di San Bartolomeo della Beverara e l'Oratorio Davide Marcheselli, in collaborazione con l'Ufficio Ecumenismo e Dialogo Interreligioso della Chiesa di Bologna, con il patrocinio del Quartiere Navile e del Comune di Bologna, invitano a "Vite in dialogo", sette incontri per parlare di religioni e cittadinanza; volontariato, carcere e ambiente; gioco, educazione, scuola; migrantour; matrimoni interreligiosi; guerra e pace.

"Il futuro è già qui": tre video sulle storie di giovani di seconda generazione

Melody ha 25 anni, è figlia di genitori persiani ma è nata a Bologna, e vuole ora diventare imprenditrice nell'azienda metalmeccanica fondata dalla madre. Alessia ha 19 anni, è nata in Russia e vive a Reggio Emilia da quando aveva 3 anni. E' campionessa di Taekwondo, ma  non può partecipare agli Europei Under 21 con la maglia azzurra perché non ha ancora la cittadinanza italiana. Victor, Martina e Lorenzo sono invece tre giovani studenti del liceo musicale Bertolucci di Parma, che portano innovazione attraverso la musica.

Uscito il quarto numero di Zacrepublic!, la rivista realizzata dai richiedenti asilo

"Viaggio, fuga, erranza, pellegrinaggio, vagabondaggio, migrazione, turismo, sono solo alcune delle parole che esprimono uno spostamento di persone. Parole diverse dietro cui si nasconde uno sguardo gerarchizzante, che discrimina perché non rende conto delle disparità e disuguaglianze insite nelle diverse categorie. A queste parole si associano immagini, stereotipi ed emozioni contrastanti, spesso opposte: i migranti o rifugiati percepiti come pesi morti, portatori di angoscia e pericolosità, da respingere in quanto 'problema sociale'.

Urban Games contro l'estremismo religioso: bando di preselezione per sei giovani

Non più spazi di terrore e stragi ma luoghi di incontro e dialogo culturale. Games inclusivi per tutti i cittadini come segnale di contrasto alle azioni terroristiche. E' Aşîtî (pace, in lingua curda), un progetto di promozione della tolleranza ideato e coordinato da Creativi108, organizzazione bolognese impegnata nell’innovazione e nell’inclusione sociale.

Universitari per i diritti umani: La Nostra Africa Onlus cerca studenti redattori per un nuovo magazine online

L’Associazione La Nostra Africa Onlus cerca redattori volontari per collaborare alla nuova edizione della sua rivista online.
I diritti umani vengono spesso violati e ignorati in luoghi geograficamente e culturalmente sempre più vicini a noi.
Quando non si conoscono bene i diritti umani si possono verificare abusi, discriminazione, intolleranza e ingiustizie.

La Nostra Africa desidera "entrare in azione" e realizzare un magazine di informazioni, esperienze e racconti, legato al tema dei diritti umani.

"Voci dal mondo invisibile": torna il Terra di Tutti Film Festival, la rassegna di cinema sociale da tutto il mondo

Diritti negati, cambiamenti climatici, rivoluzioni femminili... Arriva anche quest'anno il Terra di Tutti Film Festival, la rassegna di cinema sociale con documentari provenienti da tutto il mondo, giunta alla sua dodicesima edizione. Come ormai di consueto, il Festival si svolgerà a Bologna e Firenze dall’11 al 14 ottobre, per dare voce e visibilità alle realtà di paesi, popoli e lotte sociali troppo spesso ignorate dai media mainstream.

Pagine

Top